jump to navigation

Addio al doppiatore Claudio Sorrentino 16 Febbraio 2021

Autore: Antonio Genna
Categorie: Cinema e TV, Doppiaggio, In Memoriam.
trackback

E’ morto questa sera a Roma all’età di 75 anni a causa del Covid-19 Claudio Sorrentino, attore, conduttore televisivo, doppiatore fin da bambino e voce di tantissime star da Mel Gibson a John Travolta, una delle voci principali di Bruce Willis e fratello della doppiatrice Liliana Sorrentino.
Era nato a Roma il 18 luglio 1945 ed aveva iniziato fin da bambino a dare la sua voce a personaggi che sono entrati nell’immaginario collettivo (qui il suo curriculum completo): tra gli altri ricordiamo in TV Ron Howard, il Richie Cunningham di Happy Days, Patrick Duffy in Dallas e John Travolta in American Crime Story: il caso O.J. Simpson.
Sul grande schermo Sorrentino ha doppiato John Travolta in Pulp Fiction, Get Shorty e Codice: Swordfish, Mel Gibson in Braveheart – Cuore impavido, Il patriota e What Women Want, Bruce Willis in Die Hard – Duri a morire, Die Hard – Vivere o morire e Die Hard – Un buon giorno per morire, Sylvester Stallone in Cop Land, Willem Dafoe in L’ultima tentazione di Cristo, Ryan O’Neal in Love Story, William Hurt in Jane Eyre, ma anche Jeff Bridges, Mickey Rourke, Geoffrey Rush, Gérard Depardieu, Daniel Day-Lewis, Christoph Waltz e Russell Crowe. È anche stato la voce ufficiale di Topolino nei cartoni Disney doppiati negli anni 1980.

Negli anni 1984/88 Sorrentino è stato tra i conduttori del programma di Rai2 Tandem al fianco di Roberta Manfredi e Fabrizio Frizzi. Tra il 1995 e il 2000 è stato autore e conduttore della trasmissione radiofonica I suoni del cinema, legata al mondo del doppiaggio cinematografico e trasmessa da RDS e poi da Radio 101.
Tanti i premi vinti da Sorrentino tra cinema, teatro e tv, ma grande anche il suo impegno sociale che lo ha visto tra i fondatori del Segretariato sociale della Rai.
I funerali si svolgeranno quando possibile in forma strettamente privata.

(via Repubblica.it)