jump to navigation

TV – Downton Abbey, la terza stagione su Rete 4 19 dicembre 2013

Autore: Antonio Genna
Categorie: Cinema e TV, Comunicati, Video e trailer.
trackback

DOWNTONABBEY_SEASON3

Torna su Rete 4 la serie-evento Downton Abbey con la terza stagione inedita in Italia. Presentata alla stampa al Consolato Generale Britannico di Milano – alla presenza del Console Vic Annels, del direttore di Rete 4 Giuseppe Feyles, del critico Tatti Sanguineti e dell’attore John Peter Sloan, la serie scritta dal Premio Oscar Julian Fellowes andrà in onda in anteprima assoluta per l’Italia da oggi: gli 8 episodi della terza stagione, più l’episodio speciale natalizio, saranno come da tradizione Mediaset rimontati e proposti in cinque serate ogni giovedì alle ore 21.10.
Nel terzo capitolo della serie, entrata nel Guinness World Records per i riconoscimenti ottenuti (tra questi dieci Emmy, due Golden Globe e due BAFTA Awards), fa il suo ingresso nel cast un altro Premio Oscar: Shirley MacLaine, che interpreta Martha Levinson, la madre americana di Lady Cora (Elizabeth McGovern).


La Grande Guerra è finita. Lady Mary (Michelle Dockery) si appresta a sposare l’amato cugino Matthew Crawley (Dan Stevens), risolvendo così tutti i problemi dinastici del casato. Tra i nobili, il Conte Robert (Hugh Boneville) e la famiglia intravedono un futuro più sereno. Anche la vita della servitù torna alla normalità e tutti si preparano alle imminenti nozze. Ma a creare scompiglio ad Highclere Castle è l’arrivo dall’America di Martha Levinson (Shirley MacLaine), madre di Cora (Elizabeth McGovern), per il matrimonio della nipote Mary.

I NUMERI DI “DOWNTON ABBEY”

 IL FENOMENO MONDIALE
100            i Paesi nei quali è in onda
120            i milioni di persone che hanno visto la serie sino ad oggi
34              gli episodi realizzati
1.000.000 di sterline è il costo medio di ogni puntata

UN CASTELLO COME SET
1839   anno di edificazione del Castello di Highclere, set della serie
2012   anno di apertura al pubblico
109     i km di distanza da Londra
405    gli ettari che circondano il Castello
15.000 sterline per celebrare un matrimonio al Castello
16    sterline per una visita guidata al Castello

DIECI CURIOSITÀ SU “DOWNTON ABBEY”

  1. Nel 2013, in Gran Bretagna, “Downton Abbey” IV è stata la serie più vista al debutto: 10.500.000 telespettatori, con il 40% di share. Le riprese della V stagione inizieranno nei primi mesi del 2014. La messa in onda è prevista in settembre.
  2. Nel 2012 parte del cast, accompagnato dal premier britannico David Cameron, è stato invitato a cena alla Casa Bianca. Michelle Obama ha chiesto di avere in anteprima i dvd delle nuove stagioni
  3. Tra i fan più sfegatati di “Downton Abbey”, molti personaggi famosi: il Principe William e consorte, Sandra Bullock, Jamie Lee Curtis, Courtney Love, Katy Perry, Tom Hanks, Bette Midler, Sarah Jessica Parker, Harrison Ford, Steve Martin.
  4. Diverse star hollywoodiane hanno chiesto di entrare nel cast della serie. Jessica Huston ha dichiarato di essere «disposta a tutto».
  5. Il cofanetto della I e II stagione è il più venduto su Amazon di tutti i tempi.
  6. “I Simpson” hanno omaggiato “Downton Abbey” con una puntata speciale della 24° stagione.
  7.  Il Castello di Highclere sarebbe al centro di una maledizione. Diversi infortuni accaduti nel corso delle riprese hanno fatto temere che non sia solo una leggenda…
  8. In Gran Bretagna e negli Usa “Downton Abbey” è al centro di tormentoni via Twitter. Il più curioso, #DowntonAbbeyProblems, ironizza sulle quotidiane problematiche degli aristocratici.
  9.  I costumi di “Downton Abbey” hanno ispirato i maggiori stilisti mondiali. Lo stile post-vittoriano ha dominato le collezioni e le passerelle di tutto il 2011/12; tra queste, quelle di Ralph Lauren, Dior, Chanel, Burberry.
  10. L’autore Julian Fellowes sta lavorando ad un nuovo serial ambientato nella New York di fine Ottocento: “The Gilded Age”. Con questa produzione NBC ambisce a replicare il successo di “Downton Abbey” negli Stati Uniti.

COME GLI INTERPRETI DI “DOWNTON ABBEY”
RACCONTANO I PROPRI PERSONAGGI NELLA TERZA STAGIONE

  • Shirley MacLaine/Martha Levinson: «È estremamente schietta, lontana dalle tradizioni e la più incline al cambiamento».
  • Hugh Bonneville/Robert Crawley: «Robert si occupa della sua famiglia – che è la sua passione – e farà qualunque cosa per tenerla unita».
  • Elizabeth McGovern/Cora Crawley: «Quando incontra sua madre Martha è evidente perché Cora si adatti più facilmente ai modi di vivere non legati alla tradizione».
  • Michelle Dockery/Mary Crawley: «La grande novità di questa stagione è la felicità di Mary! Diventa una donna più adulta, anche se mantiene il suo pragmatismo».
  • Jessica Brown Findlay/Sybil Crawley: «Sybil è incinta: si dedica alla famiglia e trova la sua identità. Ha trascorso alcuni mesi in Irlanda con. Lì si è sentita indipendente e accettata».
  • Laura Carmichael/Edith Crawley: «Non vuole essere messa in un angolo e vivere tutta la vita con i genitori. Ama davvero Sir Anthony e pensa che con lui potrebbe essere felice».
  • Dan Stevens/Matthew Crawley: «La sua relazione con Mary sta cambiando: stanno per sposarsi, sono entrambi più maturi e cresce il senso di responsabilità».
  • Allen Leech/Tom Branson: «È completamente perso nel mondo dove prima era un semplice servant. Upstairs nessuno lo accoglie e l’unica persona con cui parla e si confida è Sybil».
  • Jim Carter/Mr.Carson: «Carson è una certezza. È come la casa: è sempre lì e non cambia mai. Le persone della sua generazione, della sua età, non possono cambiare… O no?».
  • Brendan Coyle/Mr.Bates: «Bates è il più isolato di tutti: è in carcere. Subisce pressioni ed è provocato dai prigionieri, ma è combattivo. Sappiamo che nel suo passato c’è un lato oscuro».
  • Joanne Froggatt/Anna Bates: «Anna diventa una donna quando le cose diventano complicate. Perde parte della propria positività: nonostante la stanchezza, deve combattere».
  • Phyllis Logan/Mrs.Hughes: «All’inizio della stagione, Mrs.Hughes affronta alcuni problemi che la riguardano. Dopo questa ‘prova’, la sua prospettiva sulle cose e sulla vita cambierà».
  • Rob James-Collier/Thomas Barrow: «In questa stagione è orribilmente ingannato: fa entrare una persona nel suo cuore e la sua vita ne risente enormemente».

Dichiarazione di Giuseppe Feyles, direttore di Rete 4:
«Downton Abbey è un prodotto che ben rispecchia la linea editoriale e l’identità della nostra rete. Siamo fieri di avere scoperto questa serie tre anni fa, quando ancora nessuno in Italia voleva acquistarne i diritti. Il tempo ci ha dato ragione. “Downton Abbey” è diventato un fenomeno planetario. Ed è la dimostrazione tangibile dell’impegno di Mediaset e di Retequattro per una televisione di qualità».