jump to navigation

Libri – Reinhold Messner “On Top – Donne in montagna” 20 ottobre 2012

Scritto da Antonio Genna nelle categorie Libri.
trackback

“La donna è la rovina dell’alpinismo” affermava con ironia nel 1911 Paul Preuß, il filosofo fra gli arrampicatori liberi. Cento anni dopo, l’emancipazione femminile si è fatta strada fin lassù, mentre la competizione fra le alpiniste d’alta quota per i quattordici ottomila fa notizia sui giornali. Tanto discussa è stata la gara degli uomini sulle più alte montagne della Terra – record di altezza, speed climb, Seven Summits e i quattordici ottomila -, altrettanto illuminante è la concorrenza fra le donne.
Reinhold Messner, da sempre innamorato della montagna, aggiunge ora l’ingrediente femminile per la sua ultima fatica letteraria, “On Top -Donne in montagna” (Corbaccio, 350 pagine, prezzo di copertina 19,90 € – Acquista “On Top – Donne in montagna” su Amazon.it), che racconta in modo appassionato la storia dell’alpinismo in rosa.
I media tendono a mettere le donne in competizione, e a discutere animatamente le loro motivazioni, il loro stile ed anche la loro morale: da Hettie Dyhrenfurth fino a Lynn Hill, che realizza ciò che nessun uomo prima di lei è mai riuscito a compiere; da Wanda Rutkiewicz ad Angelika Rainer; da Junko Tabei, la prima donna sulla vetta dell’Everest, fino ai vertici di oggi rappresentati da Gerlinde Kaltenbrunner, Nives Meroi, Edurne Pasaban e Oh Eun-Sun, seguiamo le migliori alpiniste d’alta quota fino al momento in cui una di loro ha scalato per prima tutti e  quattordici gli ottomila metri del mondo senza utilizzare ossigeno supplementare.
Per Messner, più affascinanti delle vittorie sono la naturalezza e la presenza fisica con cui nel corso ultimi cento anni le donne hanno occupato, passo dopo passo, il territorio dominato dal potere “macho” al di sopra degli ottomila metri: sono fondamentali come sempre la passione e la determinazione nella sfida con ciò che ci sovrasta, con l’aggiunta di una dose di sano agonismo.