jump to navigation

Primetime Emmy Awards 2012, i vincitori 24 settembre 2012

Scritto da Paolo nelle categorie Auditel, Cinema e TV, Emmy Awards, Premi, Serie cult, TV USA, Video e trailer.
trackback

Si è tenuta ieri sera, al Nokia Theatre di Los Angeles, condotta da Jimmy Kimmel, la serata di gala della 64a edizione dei Primetime Emmy Awards, che premiano i programmi in onda nella fascia di prima serata (dalle 20.00 in poi) dei network e canali cavo statunitensi (avevo elencato qui tutte le nomination).
La cerimonia, andata in onda in diretta in tutti gli Stati Uniti su ABC, è iniziata con un divertente filmato ambientato nei bagni del Nokia Theatre, dove Kimmel (nella foto sotto) si è nascosto disperato per aver abusato con il botox in vista dell’evento. Ecco dunque accorrere un gruppo di attrici (tra cui Christina Hendricks, Lena Dunham, Mindy Kaling, Zooey Deschanel, Martha Plimpton, Connie Britton, Julia Louis-Dreyfus e Kathy Bates) a cercare di risolvere in qualche modo la situazione.
È stata la serata di Homeland, che ha vinto come miglior serie drama, miglior attrice protagonista (Claire Danes) e miglior attore protagonista (Damian Lewis). Aaron Paul vince come miglior attore non protagonista per una serie drammatica con il suo ruolo in Breaking Bad; Maggie Smith, assente in sala come già lo scorso anno, vince nuovamente con Downton Abbey (anche se nel 2011 aveva gareggiato come miglior attrice non protagonista in una miniserie).
Modern Family continua a dominare, vincendo come serie comedy, miglior attore non protagonista (Eric Stonestreet) e miglior attrice non protagonista (Julie Bowen, che fa così il bis dopo la statuetta dello scorso anno). Decisamente a sorpresa, Jon Cryer vince come miglior attore protagonista per Due uomini e mezzo, Julia Louis-Dreyfus è invece la miglior attrice protagonista per Veep (al terzo Emmy per un ruolo fisso in una serie, dopo quelli vinti con Seinfeld e La complicata vita di Christine). Il film TV “Game Change” vince 5 statuette, tra cui quella a Julianne Moore come miglior attrice protagonista. Jessica Lange vince come miglior attrice non protagonista per American Horror Story, Kevin Costner e Tom Berenger vincono invece per la miniserie western “Hatfields & McCoys”.

Completamente ignorati Mad Men (che perde il titolo di miglior serie drama dopo quattro anni consecutivi), Il Trono di Spade (che ha comunque vinto 6 premi nelle categorie tecniche, durante i Creative Emmy) e Girls, date tutte tra i favoriti alla vittoria. Per il telefilm in costume di AMC si tratta di un record in negativo, con 17 nomination e non una singola vittoria (nemmeno nei Creative Emmy).
I premi divisi per network: HBO (23), CBS (16), PBS (12), ABC (9), Discovery Channel (6), Showtime (6), FX (5), History (5), NBC (5), Cartoon Network (4), Comedy Central (3), AMC (2), Disney Channel (2), FOX (2).
I premi divisi per programma: Il Trono di Spade (6), Homeland (6), Game Change (5), Hatfields & McCoys (5), Modern Family (5), 65th Annual Tony Awards (4), Boardwalk Empire(4), Frozen Planet (4), Great Expectations (Masterpiece) (4), Saturday Night Live (4), Downton Abbey (3), Due uomini e mezzo (3), American Horror Story (2), Dancing with the Stars (2), Deadliest Catch(2), George Harrison: Living in the Material World (2), Hemingway & Gellhorn (2), Secret Mountain Fort Awesome(2), The 54th Annual Grammy Awards (2), The Daily Show with Jon Stewart (2), The Kennedy Center Honors (2).



Di seguito tutti i principali premi relativi a serie, film TV e attori (qualche premio era già stato assegnato una settimana fa nel corso della cerimonia dei Primetime Creative Arts Emmy Awards 2012 di cui avevo già parlato e che vi ripropongo più avanti).
Cliccate qui per la lista completa dei nominati. Accanto ad ogni titolo è indicato il canale di trasmissione statunitense.

MIGLIOR SERIE DRAMMATICA

  • Homeland (Showtime)
    Gli altri nominati: Breaking Bad (AMC), Downton Abbey (PBS), Mad Men (AMC), Il Trono di Spade (HBO)


Il cast e i produttori di Homeland

MIGLIOR SERIE COMEDY

  • Modern Family (ABC)
    Gli altri nominati: The Big Bang Theory (CBS), Curb Your Enthusiasm (HBO), Girls (HBO), 30 Rock (NBC), Veep (HBO)


Il cast di Modern Family

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA IN UNA SERIE DRAMMATICA

  • Damian Lewis, Homeland (Showtime)
    Gli altri nominati: Hugh Bonneville (Downton Abbey), Steve Buscemi (Boardwalk Empire), Bryan Cranston (Breaking Bad), Michael C. Hall (Dexter), Jon Hamm (Mad Men)

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA IN UNA SERIE DRAMMATICA

  • Claire Danes, Homeland (Showtime)
    Gli altri nominati: Kathy Bates (Harry’s Law), Glenn Close (Damages), Michelle Dockery (Downton Abbey), Julianna Margulies (The Good Wife), Elisabeth Moss (Mad Men)

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA IN UNA SERIE COMEDY

  • Jon Cryer, Due uomini e mezzo (CBS – nella foto sotto)
    Gli altri nominati: Alec Baldwin (30 Rock), Don Cheadle (House of Lies), Louis C.K. (Louie), Larry David (Curb Your Enthusiasm), Jim Parsons (The Big Bang Theory)

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA IN UNA SERIE COMEDY

  • Julia Louis-Dreyfus, Veep (HBO – nella foto sotto)
    Gli altri nominati: Lena Dunham (Girls), Melissa McCarthy (Mike & Molly), Zooey Deschanel (New Girl), Edie Falco (Nurse Jackie), Amy Poehler (Parks and Recreation), Tina Fey (30 Rock)

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA IN UNA SERIE DRAMMATICA

  • Aaron Paul, Breaking Bad (AMC – nella foto sotto)
    Gli altri nominati: Giancarlo Esposito (Breaking Bad), Brendan Coyle (Downton Abbey), Jim Carter (Downton Abbey), Peter Dinklage (Il Trono di Spade), Jared Harris (Mad Men)

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA IN UNA SERIE DRAMMATICA

  • Maggie Smith, Downton Abbey (PBS)
    Gli altri nominati: Anna Gunn (Breaking Bad), Joanne Froggatt (Downton Abbey), Archie Panjabi (The Good Wife), Christine Baranski (The Good Wife), Christina Hendricks (Mad Men)

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA IN UNA SERIE COMEDY

  • Eric Stonestreet, Modern Family (ABC)
    Gli altri nominati: Ed O’Neill (Modern Family), Jesse Tyler Ferguson (Modern Family), Ty Burrell (Modern Family), Max Greenfield (New Girl), Bill Hader (Saturday Night Live)

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA IN UNA SERIE COMEDY

  • Julie Bowen, Modern Family (ABC)
    Gli altri nominati: Mayim Bialik (The Big Bang Theory), Kathryn Joosten (Desperate Housewives), Sofia Vergara (Modern Family), Merritt Wever (Nurse Jackie), Kristen Wiig (Saturday Night Live)

MIGLIOR MINISERIE/MIGLIOR FILM PER LA TV

  • Game Change” (HBO)
    Gli altri nominati: American Horror Story (FX), Hatfields & McCoys (History), Hemingway and Gellhorn (HBO), Luther (BBC America), Sherlock: A Scandal in Belgravia (PBS)

MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA IN UNA MINISERIE O FILM PER LA TV

  • Kevin Costner, “Hatfields & McCoys” (History - nella foto sotto)
    Gli altri nominati: Benedict Cumberbatch (Sherlock: A Scandal in Belgravia), Idris Elba (Luther), Woody Harrelson (Game Change), Clive Owen (Hemingway and Gellhorn), Bill Paxton (Hatfields & McCoys)

MIGLIOR ATTRICE PROTAGONISTA IN UNA MINISERIE O FILM PER LA TV

  • Julianne Moore, “Game Change” (HBO – nella foto sotto)
    Gli altri nominati: Connie Britton (American Horror Story), Ashley Judd (Missing), Nicole Kidman (Hemingway and Gellhorn), Emma Thompson (The Song of Lunch)

MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA IN UNA MINISERIE O FILM PER LA TV

  • Tom Berenger, “Hatfields & McCoys” (History)
    Gli altri nominati: Denis O’Hare (American Horror Story), Ed Harris (Game Change), David Strathairn (Hemingway & Gellhorn), Martin Freeman (Sherlock: A Scandal In Belgravia)

MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA IN UNA MINISERIE O FILM PER LA TV

  • Jessica Lange, American Horror Story (FX – nella foto sotto)
    Gli altri nominati: Frances Conroy (American Horror Story), Jessica Lange (American Horror Story), Sarah Paulson (Game Change), Mare Winningham (Hatfields & McCoys), Judy Davis (Page Eight)

MIGLIOR REGIA PER UNA SERIE DRAMMATICA

  • Tim Van Patten, per l’episodio “To the Lost” di Boardwalk Empire (HBO)
    Gli altri nominati: Breaking Bad, “Fine della storia” (Vince Gilligan); Downton Abbey, Episode 7 (Brian Percival); Mad Men, “The Other Woman” (Phil Abraham); Homeland, “Eroe di guerra” (Michael Cuesta)

MIGLIOR REGIA PER UNA SERIE COMEDY

  • Steven Levitan, per l’episodio “Bimbo a bordo” di Modern Family (ABC)
    Gli altri nominati: Curb Your Enthusiasm, “Palestinian Chicken” (Robert B. Weide); Girls, “She Did” (Lena Dunham); New Girl, “Jess” (Jake Kasdan); Modern Family, “Segreti di famiglia” (Jason Winer)

MIGLIOR REGIA PER UNA MINISERIE O FILM PER LA TV

  • Jay Roach, per il film TV “Game Change” (HBO)
    Gli altri nominati: Hatfields & McCoys (Kevin Reynolds), Hemingway & Gellhorn (Philip Kaufman), Luther (Sam Miller), Sherlock: A Scandal In Belgravia (Paul McGuigan)

MIGLIOR SCENEGGIATURA PER UNA SERIE COMEDY

  • Louis C.K., per l’episodio “Pregnant” di Louie (FX – nella foto sotto)
    Gli altri nominati: Chris McKenna (Community, “Rimedi alla teoria del caos”); Lena Dunham (Girls, Pilot); Amy Poehler (Parks and Recreation, “The Debate”); Michael Schur (Parks and Recreation, “Win, Lose, Or Draw”)

MIGLIOR SCENEGGIATURA PER UNA SERIE DRAMMATICA

  • Alex Gansa, Howard Gordon e Gideon Raff, per l’episodio “Eroe di guerra” di Homeland (Showtime)
    Gli altri nominati: Julian Fellowes (Downton Abbey, Episode 7); Semi Chellas, Matthew Weiner (Mad Men, “The Other Woman”); Andre e Maria Jacquemetton (Mad Men – “Commissions and Fees”), Erin Levy, Matthew Weiner (Mad Men, “Far Away Places”)

MIGLIOR SCENEGGIATURA PER UNA MINISERIE, FILM O SPECIALE DRAMMATICO

  • Danny Strong, “Game Change” (HBO)
    Gli altri nominati: Ted Mann (Hatfields & McCoys, Part 2), Abi Morgan (The Hour), Neil Cross (Luther), Steven Moffat (Sherlock: A Scandal In Belgravia)

MIGLIOR PROGRAMMA REALITY COMPETITION

  • The Amazing Race” (CBS)
    Gli altri nominati: “Project Runway” (Lifetime), “Dancing With the Stars” (ABC), “So You Think You Can Dance” (FOX), “Top Chef” (Bravo), “The Voice” (NBC)

MIGLIOR PROGRAMMA VARIETÀ, MUSICALE O COMEDY

  • The Daily Show with Jon Stewart” (Comedy Central)
    Gli altri nominati: “The Colbert Report” (Comedy Central), “Jimmy Kimmel Live” (ABC), “Late Night With Jimmy Fallon” (NBC), “Real Time With Bill Maher” (HBO), “Saturday Night Live” (NBC)

MIGLIOR CONDUTTORE DI UN PROGRAMMA REALITY O REALITY-COMPETITION

  • Tom Bergeron, “Dancing with the Stars” (ABC – nella foto sotto)
    Gli altri nominati: Phil Keoghan (“The Amazing Race”), Ryan Seacrest (“American Idol”), Cat Deeley (“So You Think You Can Dance”), Betty White (“Betty White’s Off Their Rockers”)

MIGLIOR REGIA PER UNO SPECIALE VARIETÀ

  • Glenn Weiss, 65th Annual Tony Awards (CBS)
    Gli altri nominati: Louis C.K. (“Louis C.K. Live at the Beacon Theatre”), Don Mischer (84th Annual Academy Awards), Louis J. Horvitz (The 54th Annual Grammy Awards), Alan Skog (New York City Ballet George Balanchine’s The Nutcracker, Live from Lincoln Center)

MIGLIOR SCENEGGIATURA PER UNO SPECIALE VARIETÀ

  • Louis C.K., “Louis C.K. Live at the Beacon Theatre” (FX)
    Gli altri nominati: “84th Annual Academy Awards”, “Betty White’s 90th Birthday: A Tribute to America’s Golden Girl”, “The Kennedy Center Honors”, “65th Annual Tony Awards”

FOTO E VIDEO

Per una ricca gallery di foto dal red carpet cliccate qui.

Il video con uno dei momenti più divertenti della serata, quando la vincente Julia Louis-Dreyfus legge “per sbaglio” il discorso di ringraziamento di Amy Poehler:

Stephen Colbert e Jimmy Fallon provano ad impedire a Jon Stewart, che ha vinto per la decima volta consecutiva con il “The Daily Show with Jon Stewart”, di salire sul palco:

L’ormai tradizionale video di Modern Family, che quest’anno ha visto protagonista assoluta la piccola Lily (Aubrey Anderson-Emmons) che terrorizza tutti i membri della famiglia:

E questo è il video del The Breaking Bad Show, ovvero come sarebbe stata Breaking Bad prima dell’avvento dei canali cavo:


ASCOLTI

  • Alle 19.00 lo speciale “Emmy’s Red Carpet Live” ha ottenuto 7,28 milioni di spettatori (1,6/5).
    A seguire, secondo i dati preliminari AGGIORNATI, la 64a edizione dei Primetime Emmy Awards ha ottenuto una media di 13,20 milioni di spettatori (3,8/9) tra le 20.00 e le 23.00.
    Il 19 settembre 2011, su FOX, la 63a edizione otteneva una media di 12,40 milioni di spettatori (4,2/9).

PRIMETIME CREATIVE ARTS EMMY AWARDS 2012, I VINCITORI

Di seguito vi ripropongo i vincitori dei Primetime Creative Arts Emmy Awards 2011, che premiano le categorie tecniche, consegnati lo scorso sabato 10 settembre al Nokia Theatre di Los Angeles.
La cerimonia di consegna è andata in onda sabato 22 settembre su ReelzChannel.
Jeremy Davies vince un Emmy come miglior ospite per la serie drama Justified (foto a destra), Jimmy Fallon vince come guest star per il varietà comico “Saturday Night Live”.
Martha Plimpton vince un Emmy come miglior ospite per la serie The Good Wife, Kathy Bates per la sua ospitata nella sit-com Due uomini e mezzo nei panni del “fantasma” femminile del personaggio di Charlie Sheen.

A seguire una lista dei vincitori (data la natura tecnica delle categorie, per accuratezza, ne ho lasciate alcune in originale):

Miglior attore ospite in una serie drammatica: Jeremy Davies, Justified

Miglior attrice ospite in una serie drammatica: Martha Plimpton, The Good Wife


Miglior attore ospite in una serie comedy: Jimmy Fallon, Saturday Night Live

Miglior attrice ospite in una serie comedy: Kathy Bates, Due uomini e mezzo

Casting of a Drama Series: Homeland (Showtime)

Casting For A Miniseries, Movie or a Special: Game Change (HBO)

Casting of a Comedy Series: Girls (HBO)

Directing for a Variety Series: Saturday Night Live (NBC)

Writing for a Variety Series: The Daily Show (Comedy Central)

Outstanding Children’s Program: I maghi di Waverly (Disney Channel – nella foto sotto, il cast durante il red carpet)

Outstanding Variety Special: The Kennedy Center Honors (CBS)

Prosthetic Makeup for a Series, Miniseries, Movie or a Special: The Walking Dead (AMC)
Makeup for a Single-Camera Series (Non-Prosthetic): Il trono di spade (HBO)
Makeup for a Miniseries or a Movie (Non-Prosthetic): Hatfields & McCoys (History)
Makeup for a Multi-Camera Series or Special (Non-Prosthetic): Dancing With the Stars (ABC)

Costumes for a Miniseries, Movie or a Special: Masterpiece: Great Expectations (PBS)

Hairstyling for a Miniseries or a Movie: American Horror Story (FX)
Hairstyling for a Multi-Camera Series or Special: Saturday Night Live (NBC)

Choreography: Smash (NBC)

Reality Program: Undercover Boss (CBS)

Music Direction: The Kennedy Center Honors (CBS)
Music Composition for a Series (Original Dramatic Score): Downton Abbey (PBS)
Music Composition for a Miniseries, Movie or a Special (Original Dramatic Score): Hemingway & Gellhorn (HBO)
Original Music and Lyrics: The 65th Annual Tony Awards (CBS)

Art Direction For A Multi-Camera Series: 2 Broke Girls (CBS)
Art Direction For A Single-Camera Series: a pari merito Boardwalk Empire (HBO) e Il trono di spade (HBO)
Art Direction For Variety or Nonfiction Programming: a pari merito The 54th Annual Grammy Awards (CBS) e The 65th Annual Tony Awards (CBS)

Single-Camera Picture Editing for a Drama Series: Homeland (Showtime)
Single-Camera Picture Editing for a Comedy Series: Curb Your Enthusiasm (HBO)
Multi-Camera Picture Editing for a Comedy Series: How I Met Your Mother (CBS)
Picture Editing for Reality Programming: Deadliest Catch (Discovery)

Animated Program: I pinguini di Madagascar (Nickelodeon)
Short-format Animated Program: Regular Show (Cartoon Network)

Voice-over Performance: Maurice LaMarche, Futurama (Comedy Central)

Special Visual Effects: Il trono di spade (HBO)
Special Visual Effects in a Supporting Role: Boardwalk Empire (HBO)

Stunt Coordination | Southland (TNT)

Main Title Design: Masterpiece: Great Expectations (PBS)
Original Main Title Theme Music: Masterpiece: Page Eight (PBS)

Sound Editing for Nonfiction Programming (Single or Multi-Camera): Paul Simon’s Graceland Journey: Under African Skies (A&E)
Sound Mixing for a Comedy or Drama Series (One Hour): Il trono di spade (HBO)
Sound Mixing for a Comedy or Drama Series (Half-Hour): Modern Family (ABC)
Sound Mixing for a Miniseries or a Movie: Hatfield & McCoys (History)
Sound Mixing for a Variety or Music Series or Special: The 84th Annual Academy Awards (ABC)
Sound Editing for a Miniseries, Movie or a Special: Hemingway & Gellhorn (HBO)
Sound Mixing for Nonfiction Programming: Frozen Planet (BBC/Discovery)
Sound Editing for a Series: Il Trono di Spade (HBO)

Cinematography for a Multi-Camera Series: Due uomini e mezzo (CBS)
Cinematography for a Single-Camera Series: Boardwalk Empire (HBO)
Cinematography for a Miniseries Or Movie: Masterpiece: Great Expectations (PBS)
Cinematography for Reality Programming: Deadliest Catch (Discovery)
Cinematography for Nonfiction Programming: Frozen Planet (BBC/Discovery)

Technical Direction, Camerawork, Video Control for a Series: Saturday Night Live (NBC)

Lighting Design/Lighting Direction For a Variety, Music, or Comedy Series: So You Think You Can Dance (Fox)
Lighting Design/Lighting Direction for a Variety, Music, or Comedy Special: The 54th Annual Grammy Awards (CBS)

Outstanding Nonfiction Series: Frozen Planet (BBC/Discovery)

Outstanding Special Class Program: The 65th Annual Tony Awards (CBS)
Outstanding Special Class Program Short-Format Live-Action Entertainment Program: Childrens Hospital (Cartoon Network)


Ed ecco i risultati dei sondaggi dove vi avevo chiesto di esprimere le vostre preferenze.
A vincere, secondo il vostro parere, come “Miglior serie drammatica” è stata Il Trono di Spade, seguita da Homeland e Mad Men; a vincere come “Miglior serie comedy” è stata invece la sit-com The Big Bang Theory, seguita da 30 Rock e Modern Family.


MIGLIOR SERIE COMEDY:

MIGLIOR SERIE DRAMMATICA:


Per gli aggiornamenti sulle notizie dalla TV statunitense visitate lo spazio periodico “TV USA Gazette” di questo blog, mentre per il calendario settimanale di programmazione visitate “TV USA Giorno per giorno”.