jump to navigation

Cinema Festival #298 – Box Office del 17-19 agosto 2012 – Morto suicida il regista Tony Scott – Trailer: Seven Psychopaths – Poster: The Last Stand, Ralph Spaccatutto – Varie dal mondo del cinema (The Butler, Kick-Ass 2, Homefront; Warner cancella The Dark Tower; è morta Phyllis Diller) – Uscite USA del 24 agosto 2012: Premium Rush, The Apparition, Hit & Run, Sleepwalk with Me, The Revenant, General Education 22 agosto 2012

Scritto da Antonio Genna nelle categorie Cinema e TV, Cinema Festival, Classifiche, Film, In Memoriam, Video e trailer.
trackback

cinemafestival Questo spazio amplia le informazioni già presenti negli altri appuntamenti dedicati al Cinema di questo blog e propone le classifiche del box office italiano e statunitense dello scorso week-end, le nuove locandine di film prossimamente in uscita, le ultime notizie dal mondo della celluloide ed i trailer originali dei film in uscita nel prossimo week-end negli Stati Uniti (per i film in uscita in Italia visitate lo spazio settimanale Al cinema…).

BOX OFFICE ITALIA
Week-end 17-19 agosto 2012

Dopo la pausa estiva iniziano gradualmente ad uscire film importanti: irrompe in prima posizione l’action “I mercenari 2 – The Expendables” con Sylvester Stallone (che vanta l’ottima media per copia di 4.092 euro); scende al secondo posto il fantastico “Biancaneve e il cacciatore” con Kristen Stewart, perde una posizione “The Amazing Spider-Man” con Andrew Garfield.
Gli incassi sono basati su dati Cinetel. Tra parentesi, accanto al titolo dei film, è indicata la posizione della scorsa settimana; NE indica una nuova entrata in classifica.

  1. “I mercenari 2 – The Expendables” (NE) 1.550.926 € (Tot. 1.550.926)
  2. “Biancaneve e il cacciatore” (1) 165.703 € (Tot. 8.146.653)
  3. “The Amazing Spider-Man” (2) 120.601 € (Tot. 11.414.728)
  4. “LOL – Pazza del mio migliore amico” (NE) 107.403 € (Tot. 107.403)
  5. “Nudi e felici” (5) 51.414 € (Tot. 185.196)
  6. “La leggenda del cacciatore di vampiri” (3) 47.763 € (Tot. 1.552.876)
  7. “Bed Time” (7) 44.062 € (Tot. 633.115)
  8. “Contraband” (4) 43.558 € (Tot. 721.688)
  9. “Dream House” (6) 36.105 € (Tot. 296.875)
  10. “Cena tra amici” (10) 17.735 € (Tot. 555.585)

BOX OFFICE USA
Week-end 17-19 agost
o 2012

Prima posizione anche negli Stati Uniti per l’action “The Expendables 2″ con Sylvester Stallone, che però non raggiunge gli incassi ottenuti dal primo film nel primo week-end di uscita; scende al secondo posto l’action-thriller “The Bourne Legacy” con Jeremy Renner; in terza posizione il film d’animazione “ParaNorman” con le voci originali di Kodi Smit-McPhee e Anna Kendrick.
Gli incassi sono basati su dati forniti da Box Office Mojo, e sono indicati in milioni di dollari. Tra parentesi, accanto al titolo originale dei film, è indicata la posizione della scorsa settimana; NE indica una nuova entrata in classifica.

  1. The Expendables 2″ (NE) 28,59 (Tot. 28,59)
  2. “The Bourne Legacy” (1) 17,05 (Tot. 69,61)
  3. “ParaNorman” (NE) 14,08 (Tot. 14,08)
  4. “The Campaign” (2) 13,12 (Tot. 51,43)
  5. “Sparkle” (NE) 11,64 (Tot. 11,64)
  6. “The Dark Knight Rises” (3) 11,01 (Tot. 409,78)
  7. “The Odd Life of Timothy Green” (NE) 10,82 (Tot. 15,10)
  8. “Hope Springs” (4) 9,11 (Tot. 35,06)
  9. “Diary of a Wimpy Kid: Dog Days” (6) 3,83 (Tot. 38,74)
  10. “Total Recall” (5) 3,47 (Tot. 51,75)

Consiglio agli appassionati di doppiaggio e a chi conosce il mio portale Il mondo dei doppiatori di visitare subito lo spazio settimanale di questo blog linkato sul banner qui sopra, con anteprime, critiche e quiz.


MORTO SUICIDA IL REGISTA TONY SCOTT
Il regista e produttore britannico Tony Scott, 68 anni, fratello minore del più celebre Ridley, si è suicidato lanciandosi da un ponte vicino a Los Angeles. Secondo la tv Usa Abc, Scott aveva un tumore al cervello. La tv americana afferma di averlo appreso da una fonte vicina al regista, aggiungendo che si tratta di un tumore che era «inoperabile».
GESTO ESTREMO – Scott ha lasciato un messaggio d’addio nel suo studio. Quello che è certo è che Scott è stato visto parcheggiare la sua auto, una Toyota Prius dove la polizia ha trovato un elenco di contatti, sul Vincent Thomas Bridge di San Pedro. Poi il regista si è arrampicato per superare le protezioni e si è buttato giù dal ponte (sospeso a un’altezza di circa 56 metri) intorno alle 12.30 ora locale. Il suo corpo è stato recuperato in acqua dalle forze dell’ordine intorno alle 15. Secondo gli investigatori non c’è nulla che possa far escludere il suicidio, ma sarà l’autopsia sul cadavere a chiarire i dubbi. Tony Scott lascia la moglie Donna e i due figli gemelli.
ACTION MOVIE – Fin qui la cronaca del tragico gesto su cui la famiglia chiede il rispetto della privacy attraverso un comunicato. Ma il britannico Tony Scott (è nato a North Shields) va ricordato soprattutto per le sue pellicole che hanno rivoluzionato il genere dell’action movie hollywoodiano: grandi film d’azione, veri e propri blockbuster accomunati da un ritmo incalzante e trame articolate, mai banali.
IL CAPPELLINO ROSSO – Dietro la cinepresa non ha mai abbandonato il suo berretto da baseball rosso sbiadito: un porta fortuna che lo ha accompagnato durante la sua carriera composta da più di due dozzine di film e spettacoli televisivi e produzione di circa 50 titoli. Basta fare qualche titolo: «Top Gun», «Allarme Rosso», «Déjà vu», «Spy Game» e «Nemico pubblico».
«TOP GUN »- Il suo nome è legato a una pellicola di culto degli anni Ottanta come «Top Gun» (che lui definì come «una specie di rock’n’roll nei cieli») che segno un record di incassi e trasformò il protagonista, Tom Cruise, in una star. Lo ritroverà negli anni Novanta in un altro film sulla velocità: «Giorni di tuono». Proprio in questi giorni, paradossalmente, si parlava di un sequel di Top Gun: pellicola che Scott non potrà girare.
DENZEL WASHINGTON – Nel 1995, invece, con il successo di «Allarme Rosso», un thriller ambientato in un claustrofobico sottomarino, inizia il suo sodalizio con l’attore Denzel Washington. La loro è stata una coppia creativa che, nell’intensità, può essere paragonata a quella tra Tim Burton e Jonny Depp. Washington lavorerà anche in «Man on Fire – Il fuoco della vendetta» del 2004, «Déjà vu»( 2006), «Pelham 123 – Ostaggi in metropolitana» del 2009 e «Unstoppable» il suo ultimo film che nel 2010 ha incassato 130 milioni di dollari e ricevuto ottime critiche, sia per la regia sia per l’interpretazione del protagonista.
SPY GAME – Tra i successi di Scott non si può non ricordare «Spy Game», il capolavoro del 2001 con Robert Redford nei panni di una vecchia spia e il giovane Brad Pitt. O «Nemico Pubblico», thriller paranoico con Will Smith e Gene Hackman girato nel 1998. Indimenticabile anche «L’ultimo Boyscout» con Bruce Willis.
INSUCCESSI – Ma Scott è grande anche negli insuccessi. Il suo primo film, « Miriam si sveglia a mezzanotte» (1983) scontenta critica e pubblico, ma i due vampiri protagonisti (David Bowie e Catherine Deneuve) e la fotografia raffinata restano ancora nelle antologie di cinema. Non andò bene al botteghino neanche «The Fan-Il mito», pellicola del 1996 che mette insieme un cast eccezionale: Robert De Niro, Wesley Snipes, Ellen Barkin, Benicio Del Toro.
L’OMBRA DEL FRATELLO – La carriera di Tony è stata spesso oscurata da quella del fratello maggiore Ridley che ha vinto un Oscar nel 2000 per «Il Gladiatore» e ha ricevuto altre tre nomination per «Alien», «Blade Runner» e «Thelma e Louise». Tony Scott non ha mai ricevuto nemmeno una nomination per l’ambita statuetta e la critica non è mai stata generosa con lui, accusandolo di uno stile iper adrenalinico. Nonostante le differenti carriere, i due fratelli hanno fondato insieme una casa di produzione. Quindi, Tony ha partecipato in qualche modo ai successi del fratello. Una collaborazione che proseguirà anche oltre la sua morte con l’uscita di «Prometeus»
IN TV – Tony e il fratello maggiore Ridley sono stati i produttori esecutivi di molte serie tv innovative. Da «Numb3rs» realizzata dalla CBS dal 2005 al 2010 e andata in onda anche in Italia, a «The Good Wife» che ha debuttato nel 2009 ed è ancora in produzione sempre dalla Cbs. Recentemente i due registi hanno prodotto la miniserie «I pilastri della terra» con il grande attore Donald Sutherland.
I COLLEGHI SU TWITTER – Tra i primi a commentare su Twitter la notizia della morte di Tony Scott, il collega Ron Howard: («Non ci saranno più film di Tony Scott. Un giorno tragico». Anche Micheal Moore saluta il regista con un tweet, ricordando il film scritto da Tarantino «True Romance» (in Italia «Una vita al massimo») del 1983 : «Non ha ricevuto il riconoscimento che giustamente meritava. È uno dei migliori film migliori del decennio». E Robert Rodriguez, braccio destro di Tarantino, ha scritto: «Tony Scott. Dannazione. Grazie per l’ispirazione, i consigli, gli incoraggiamenti e decenni di grande divertimento».
(fonte: “Corriere della Sera”, 20 agosto 2012 – articolo di Carlotta De Leo)


IL TRAILER DEL MOMENTO
Ecco il trailer originale del film commedia “Seven Psychopaths”, in uscita negli Stati Uniti il 12 ottobre. Scritto e diretto dal premio Oscar Martin McDonagh (“In Bruges – La coscienza dell’assassino”), il film segue le peripezie di uno sceneggiatore tormentato (Colin Farrell), che inavvertitamente rimane invischiato nei bassifondi criminali losangelini dopo che i suoi stravaganti amici (Christopher Walken e Sam Rockwell) sequestrano l’amato cagnolino Shih Tzu di un gangster (Woody Harrelson). Nel cast anche Abbie Cornish, Tom Waits, Olga Kurylenko e Zeljko Ivanek.

Ed ecco anche il poster appena uscito del film.

I POSTER DELLA SETTIMANA
Nello spazio dedicato alle nuove locandine originali di prossimi film in uscita, vi presento prima il poster dell’action “The Last Stand”, che vede il ritorno in solitaria di Arnold Schwarzenegger dopo i due “Expendables”.

Infine, ecco il nuovo poster italiano del film d’animazione Disney “Ralph Spaccatutto (Wreck-it Ralph)”.


VARIE DAL MONDO DEL CINEMA
Una piccola rassegna stampa delle notizie degli ultimi giorni.

  • LA PRIMA IMMAGINE DA “THE BUTLER”
    Ecco la prima immagine di The Butler di Lee Daniels, con Forest Whitaker nei panni del protagonista Eugene Allen, maggiordomo alla Casa Bianca per 34 anni. Nel cast, anche Oprah Winfrey, David Oyelowo, Liam Neeson, John Cusack, Alan Rickman, Jane Fonda, Robin Williams, James Marsden, Aml Ameen e Liev Schreiber. Basato sul report di Wil Haygood A Butler Well Served by This Election, il film racconta la vera storia di Allen, che lavorò per otto presidenti partendo da Harry Truman nel 1952 e finendo nel 1986 con Ronald Reagan.
  • JIM CARREY IN “KICK-ASS 2″?
    Non è ancora certo, tutt’altro, ma secondo il daily Deadline Universal Pictures sta corteggiando Jim Carrey, confesso fan dell’originale di Matthew Vaughn, per Kick-Ass 2.
    Nel sequel, interpreterebbe il Colonello Stars, un militare supereroico che incontra il super-team Justice Forever. Se dovesse firmare, Carrey raggiungerebbe Aaron Johnson, Chloe Moretz, Christopher Mintz-Plasse, John Leguizamo, Donald Faison, Robert Emms, Yancy Butler e Morris Chestnut nell’adattamento del fumetto di Mark Millar e John Romita, Jr.
    Kick-Ass 2 sarà diretto dal regista di Never Back Down Jeff Wadlow a partire da uno script di Vaughn.
  • WINONA RYDER FA LA BIKER

    Winona Ryder è in trattative per unirsi al cast del nuovo progetto targato Millennium Films, Homefront. Secondo quanto riportato dal daily di Variety, l’attrice dovrebbe affiancare il già confermato Jason Statham e il recentemente annunciato James Franco nell’action thriller diretto da Gary Fleder e scritto da Sylvester Stallone. Protagonista, un agente della DEA (Statham) che va in pensione in un luogo apparentemente tranquillo, ma nascostamente dominato da droga e violenza. Quando la sua stessa famiglia viene minacciata, l’uomo deve rientrare in azione… La Ryder interpreterà una biker della gang dello spacciatore Franco.
  • IL REMAKE DI “THE GAMBLER”
    Todd Phillips, regista della trilogia di Una notte da leoni, il cui nuovo capitolo arriverà sugli schermi americani nel maggio del 2013, è in trattative con la Paramount Pictures per dirigere il remake di The Gambler, celebre film del 1974 interpretato da un magnifico James Caan e intitolato, nella versione italiana, 40.000 dollari per non morire.

    Annunciato circa un anno fa, il progetto era stato legato per diverso tempo al nome di Martin Scorsese, che intendeva affidare il ruolo del protagonista a Leonardo Di Caprio.
    Se la sceneggiatura già c’è, ed è stata scritta proprio da uno dei più fidati collaboratori di Scorsese, e cioè quel William Monahan che aveva firmato il copione di The Departed, non si sa ancora niente sull’ipotetico cast.

    A finanziare sarà Irwin Winkler, che produsse anche il film originale, incentrato su un professore universitario di letteratura travolto da un’insana passione per il gioco d’azzardo.

  • LA WARNER CANCELLA “THE DARK TOWER”
    Sono ormai anni che si parla del progetto di Ron Howard, assieme ai suoi colleghi produttori Brian Grazer e Akiva Goldsman, di trarre una serie di film e una miniserie tv da “The Dark Tower” di Stephen King.
    Proprio quando sembrava aver trovato un protagonista in Russell Crowe, il progetto viene investito dall’ennesima doccia fredda: la Warner ha infatti deciso di rinunciarci, come a suo tempo la Universal, per motivi di budget.

    Ma non è ancora tutto perduto: sembra infatti che la Media Rights Capital sia già in trattative per entrare nel progetto come finanziatrice principale, complice la passione per la serie kinghiana dell’amministratore delegato della società, Modi Wiczyk, e il successo commerciale della loro più recente produzione, Ted.
  • LA MORTE DELLA LEGGENDARIA PHYLLIS DILLER
    Il nome di Phyllis Diller al pubblico italiano probabilmente non dirà niente, ma negli Stati Uniti era quello di una vera e propria leggenda, al pari di quello dei suoi più o meno contemporanei Bob Hope, W.C. Fields e i 3 Stooges.
    L’attrice, morta all’età di 95 anni, è stata la prima stand-up comedian femminile, e la maestra riconosciuta di molti attori comici americani, come Ellen De Generes.
    Prima casalinga, poi copywriter, in seguito personaggio radiofonico, nel 1955, dopo due settimane del suo spettacolo al Purple Onion, un celebre night di San Francisco, la Diller venne chiamata a Hollywood, dove recitò al fianco di Jack Benny e Red Skelton, e diventò un’ospite ricorrente, in tv, del quiz show di Groucho Marx “You Bet Your Life”.
    Al cinema apparve iin numerosi ruoli da caratterista, a partire dalla sua partecipazione a Splendore nell’erba di Elia Kazan.
    Lunga la sua collaborazione con Bob Hope, di cui fu partner in moltissimi special televisivi, e che accompagnò nel tour del 1966 per sollevare il morale delle truppe americane in Vietnam. La sua lunga e luminosa carriera l’ha vista protagonista anche a Broadway.

    Nel 1994, quando la sua carriera era in calo, è apparsa  anche in un film costellato da cammei: come Il silenzio dei prosciutti di Ezio Greggio, nel ruolo della “vecchia segretaria”.
    Nel 1998 ha doppiato la Regina nel film d’animazione A Bug’s Life e in tempi recenti aveva prestato la sua voce anche a I Griffin di Seth MacFarlane.
    Nel 2007 era apparsa in un cammeo nella serie Boston Legal. Con lei scompare una vera e propria istituzione dell’entertainment americano.

(fonte: Cinematografo.it, ComingSoon – 12-13 agosto 2012)


IL WEEK-END USA
Le uscite del 24 agosto 2012

Ecco il trailer dei principali titoli in uscita negli Stati Uniti venerdì prossimo.

“Premium Rush”, action-thriller diretto da David Koepp, con Joseph Gordon-Levitt, Michael Shannon e Dania Ramirez: a Manhattan, un corriere in bicicletta prende una busta che attira l’interesse di un poliziotto corrotto, che insegue il ciclista in tutta la città.

“The Apparition”, horror-thriller diretto da Todd Lincoln, con Ashley Greene, Sebastian Stan, Tom Felton e Julianna Guill: una coppia è perseguitata da una presenza soprannaturale che viene liberata durante un esperimento all’università.

“Hit & Run”, action-comedy diretto da David Palmer e Dax Shepard, con Dax Shepard, Kristen Bell, Bradley Cooper e Kristin Chenoweth: Charlie Bronson mette in pericolo l’identità che gli ha fornito il Programma Protezione Testimoni per aiutare la sua fidanzata ad arrivare a Los Angeles. L’FBI e la vecchia banda di Charlie li inseguiranno…

“Sleepwalk with Me”, commedia diretta da Mike Birbiglia e Seth Barrish, con Mike Birbiglia, Lauren Ambrose, James Rebhorn e Carol Kane: un comico cerca di superare lo stress dovuto alla sua carriera in crisi, alla sua relazione in crisi e a grvi problemi di sonnambulismo che sta cercando di ignorare.

“The Revenant”, horror-comedy del 2009 diretto da D. Kerry Prior, con David Anders, Chris Wylde, Annie Abbott e Senyo Amoaku: a Los Angeles, un soldato decaduto che si è unito ai morti viventi si riunisce con il suo migliore amico per affrontare gli spacciatori ed assassini della città, in realtà un modo perfetto per raccogliere il sangue di cui uno di loro ha disperatamente bisogno.

“General Education”, commedia diretta da Tom Morris, con Chris Sheffield, Maiara Walsh, Larry Miller e Janeane Garofalo: Levi Collins sta per andare all’università locale per un master in tennis, ma ha dimenticato di dire ai suoi genitori di non essersi mai laureato. Per questo motivo Levi dovrà frequentare un programma estivo prima che sua madre e suo padre scoprano tutto. A scuola Levi si innamora di Katie, una sua compagna di classe, e presto scoprirà che dovrà scegliere se giocare a tennis o ricevere una giusta istruzione.


Tutte le informazioni riportate risultano corrette alla data di pubblicazione di questo post: per i film nelle sale statunitensi è utilizzato il titolo originale.
Per approfondire quali nuovi film potete trovare ogni settimana in uscita nei cinema italiani visitate gli spazi “Cinema futuro” e “Al cinema…” del blog.