jump to navigation

Libri – Emilio Martini “La regina del catrame” 15 agosto 2012

Autore: Antonio Genna
Categorie: Libri.
trackback

Da Corbaccio arriva una nuova serie di gialli all’italiana, caratterizzati da indagini ambientate nel tipico territorio di provincia e che vedono protagonista il commissario Gigi Berté, vicequestore di polizia di origini calabresi, 42 anni, alto 1 metro e 85, occhi neri, capelli brizzolati raccolti in una coda, passione dichiarata per le donne magre e stronze. Il suo domicilio si trova a Lungariva (in Liguria), la sua residenza è a Milano.
Dietro il personaggio si cela un reale vicequestore di un commissario italiano, che per ragioni di riservatezza non si può esporre con il nome reale ed ha scelto di usare lo pseudonimo Emilio Martini.
Le indagini del commissario prendono il via con il volume “La regina del catrame” (Corbaccio; 132 pagine, prezzo di copertina 8,90 € – Acquista “La regina del catrame” su Amazon.it), che racconta le origini del Commissario Berté. C’è una macchia nel suo passato, un buco nero che gli è costato il trasferimento da Milano a Lungariva, uno di quei paesini liguri che sono troppo pieni d’estate e troppo vuoti d’inverno: in attesa di trovare casa, l’uomo vive nella pensione della Marzia, una donna bella ma decisamente sovrappeso, l’esatto contrario del suo immaginario erotico.
Il commissario ha un segreto che non ha mai rivelato a nessuno: scrive racconti gialli e surreali. Un bel giorno il morto ammazzato arriva per davvero: in un angolo della spiaggia di Lungariva, in mezzo ai bagnanti. Per Berté è arrivata l’ora di mettersi al lavoro, e chissà se per risolvere il caso gli servirà di più la sua esperienza di poliziotto o il suo intuito di scrittore…