jump to navigation

Edicola – “Focus Extra” n°57, estate 2012: “Cos’è l’umorismo?” 6 agosto 2012

Scritto da Antonio Genna nelle categorie Focus Extra, Humour.
trackback

Ecco la copertina ed un’anteprima del numero 57 – Estate 2012 del bimestrale di divulgazione “Focus Extra”, una delle riviste nate da “Focus”, edito da Gruner+Jahr/Mondadori ed in vendita in edicola al prezzo di 4,90 €.

Che cos’è l’umorismo?
Dall’anatomia della risata alla satira, dagli sberleffi del principe Totò al dietro le quinte degli show dei grandi comici di oggi. E 100 battute da giocarsi con gli amici.

In abbinamento opzionale, a 9,90 € aggiuntivi, il libro “Meglio donna che male accompagnata” di Geppi Cucciari.

Di seguito il sommario della rivista.

Non ci resta che ridere.
Marco Presta e Antonello Dose, maestri di umorismo, spiegano come e perché si ride in Italia.

Anatomia della risata.
Un impulso incontrollabile che nasce nelle aree più antiche del cervello e fa bene al corpo e allo spirito.

Homo ridens.
La risata è comune a tutte le scimmie antropomorfe, ma l’umorismo è nato con la specie umana.

Ci sono un tedesco, un inglese e un italiano…
L’umorismo è un linguaggio universale, ma ogni Paese lo declina a modo suo. Cultura e tradizioni fanno la differenza.

Alle origini dello sketch.
Mezzo secolo di risate in tv: dalle gag intellettuali di Walter Chiari a quelle scollacciate di Drive In, negli anni Ottanta.

Chi ha fatto la battuta?
I professionisti della risata ci spiegano i meccanismi (e i molti segreti) della comicità televisiva italiana degli ultimi 50 anni.

Penne pungenti.
Tre autori “al vetriolo” raccontano i meccanismi della satira. Uno strumento di denuncia che, attraverso il riso, ci fa pensare.

Irresistibile solle-tico.
Farselo da soli è impossibile, eppure se ci toccano in “quel punto” proprio non ce la facciamo a non ridere. Ecco perché.

Quando i bambini fanno oooh…
Rido-no 400 volte al giorno, ma per motivi diversi da quelli di un adulto (che ride solo 15 volte). Ecco quali.

Sei più Boldi o Woody Allen?
Ridiamo per battute che toccano corde profonde della psiche. Per questo, in fatto di humor ognuno ha uno stile. Scopri il tuo.

Se l’umorismo entra in camera da letto.
I doppi sensi, le barzellette e i giochi di parole a sfondo sessuale sono forse un po’ rozzi, ma sono anche popolarissimi.

Speciale: le 100 battute da “spendere” con gli amici.
Cinema, web, letteratura, storia, fumetti: ecco cento spunti per stare in compagnia tutta l’estate… con una risata.

Le buone ragioni dell’allegria.
La scienza lo conferma: i musoni vivono peggio. Un bel sorriso, invece, è la chiave del successo, nella vita privata e sul lavoro.

La freddura corre in rete.
Palestra per giovani talenti, e vetrina obbligata per comici affermati, Twitter è una vera miniera di battute fulminanti.

Ma stiamo scherzando!
Le burle ci divertono, ma servono anche a riflettere su di sé e scaricare l’aggressività. E possono persino renderci migliori.

E tutti… risero.
Il cabaret, le caricature, le barzellette… la comicità usa ancora oggi (rinnovandoli) “strumenti” inventati migliaia di anni fa.

Tu chiamale, se vuoi, canzoni…
Nonsense, parodie, sesso, parolacce e, negli ultimi anni, video sempre più sofisticati: così la musica demenziale fa spettacolo.

Ironia da vendere.
Divertono, quindi si fanno ricordare: sono le campagne pubblicitarie che fanno sorridere.

Umorismo è…
Abbiamo chiesto a 24 professionisti dello humor di definire la materia con la quale lavorano. Ecco le risposte: serie, comiche…

Ciak, la gag è servita!
Da Charlie Chaplin a Checco Zalone, la comicità del cinema parla una lingua universale che fa divertire tutti, in ogni epoca e in ogni luogo.

Senza volerlo.
Dagli strafalcioni sui giornali ai doppi sensi “casuali”, la realtà è ricchissima di spunti comici. Ma per coglierli ci vuole malizia.

Humor nero.
Tutto ciò che fa paura (la morte, la malattia, la guerra…) è da sempre fra i temi preferiti dell’umorismo: fa ridere e riflettere.

Comicità… una manna dal cielo!
L’umorismo è un affare: libri, trasmissioni tv, film, e spettacoli teatrali, se fanno ridere, fanno anche guadagnare molto di più.

Real Comic Picture Show.
Situazioni paradossali, coin-cidenze buffe, gesti irrazionali… Un occhio attento può trovare l’ironia anche nella quotidianità.

Ed infine l’editoriale del direttore Francesca Folda.

Dall’antichità a Twitter

Non ci resta che piangere è il titolo di uno dei film indimenticabili di Massimo Troisi. In realtà, l’attore napoletano era il primo a credere nel valore di una risata. E anche noi di Extra ci crediamo. Così mentre l’Italia affronta con l’Europa una delle crisi economiche più difficili, abbiamo pensato di dare un contributo al buon umore dei nostri lettori raccontando la storia, le tecniche, i benefici dell’umorismo. Di più. Abbiamo deciso di presentarvi una selezione di battute da utilizzare subito, in spiaggia, con gli amici, via sms o email, per trasmettere allegria. Battute diverse, con stili diversissimi. Perché l’umorismo è un’arte con molte forme e chiavi di lettura. Chaplin, Totò, Guzzanti, Littizzetto, Altan, Spinoza.it. Dalla satira alla comicità, dallo humor nero alla barzelletta “sporca” fino alle nuove forme di ironia che dilagano via web: gli autori e gli esperti intervistati ci hanno svelato i risvolti della risata e l’evoluzione dell’umorismo dall’antichità a Twitter.
Abbiamo notato quanto, anche nella nostra redazione, ognuno abbia il suo genere preferito. Scoprite qual è il vostro.