jump to navigation

Libri – Sebastian Fleming “La cupola del mondo” 5 agosto 2012

Scritto da Antonio Genna nelle categorie Libri, Storia.
trackback

E’ da poco arrivato nelle librerie un bel romanzo storico scritto dallo sceneggiatore e regista tedesco Sebastian Fleming ed ambientato nel Rinascimento: si intitola “La cupola del mondo” (Editrice Nord; titolo originale “Die Kuppel des Himmels”, traduzione di Paolo Scopacasa; 590 pagine, prezzo di copertina 18,60 € – Acquista “La cupola del mondo” su Amazon.it), e si svolge tra Roma – dove sorge il mitico “cupolone” di San Pietro – e Firenze.
Proprio a Firenze, nel 1494: Donato Bramante è addolorato dopo che il suo miglior amico, Pico della Mirandola, è stato misteriosamente ucciso. Nel tentativo di scoprire l’autore del delitto, Bramante raccoglie due singolari oggetti abbandonati accanto al cadavere: un anello che custodisce una striscia di carta, vergata con caratteri ebraici, e una copia della “Divina Commedia”, dentro la quale sono state cucite alcune pagine, anch’esse in ebraico. Quale può essere il loro significato? E l’enigmatico cardinale Giacomo Catalano, giunto a Firenze proprio in quei giorni, ha forse avuto un ruolo nel brutale assassinio?
Passiamo a Roma, nel 1505: l’antica basilica di San Pietro, ormai in rovina, sta finalmente per risorgere. Diventerà l’edificio più grandioso di tutto l’Occidente, l’imponente simbolo della Cristianità. Chi sarà però degno di mettere la propria firma su quell’opera destinata ad attraversare i secoli? Bramante è l’architetto di papa Giulio II della Rovere, eppure Michelangelo è disposto a vendere l’anima al diavolo pur di ottenere l’incarico… Ad un tratto, Roma intera diventa il palcoscenico su cui si succedono cortigiane affascinanti e artisti geniali, prelati senza scrupoli e nobili crudeli, tutti coinvolti nel dramma scatenato dall’ambizione e dalla sete di potere. E, dietro le quinte, c’è proprio il cardinale Giacomo Catalano, più che mai deciso a lasciare la propria impronta su quella che sarà considerata la cupola del mondo…
Un avvincente thriller storico, accurato e completo per gli appassionati del Rinascimento italiano, con Fleming – qui alla prova con il suo primo romanzo dopo alcune esperienze di saggistica ed una biografia di Michail Gorbaciov – che fornisce la sua interpretazione in modo coerente con la realtà storica conosciuta dell’epoca.