jump to navigation

TV USA Gazette #314 – Notizie FOX dai TCA: nessuna novità sul destino di Dr. House e Terra Nova; pochissime speranze per Fringe; Lea Michele rimane a Glee; la settima stagione di Bones potrebbe crescere ancora; Kiefer Sutherland tra Touch e il film di 24 – Video: Alcatraz 9 gennaio 2012

Scritto da Paolo nelle categorie Cinema e TV, Serie cult, TV USA, TV USA Gazette, Video e trailer.
trackback

Questo spazio raccoglie le principali notizie dell’ultima settimana relative alla programmazione TV dei network statunitensi più importanti.
Per un calendario quotidiano degli episodi inediti dei telefilm in onda negli Stati Uniti nel corso della settimana visitate l’angolo TV USA Giorno per giorno mentre per rumours e anticipazioni visitate lo spazio TV USA Spoilers.

N° 314 – Appuntamento EXTRA

  • TCA Winter Press Tour: FOX

    Dopo NBC, i riflettori del tour invernale della Television Critics Association (TCA) sono passati ora su FOX.
    Kevin Reilly, presidente entertainmnet del network, ha parlato in lungo e in largo del futuro delle serie simbolo del canale, come la veterana Dr. House, Fringe, la matricola Terra Nova e il musical Glee, senza mancare di menzionare l’incremento generale di ascolti avuto lungo il passato autunno.
    Nessuna decisione ancora circa le serie in sospeso, ovvero House, Terra Nova e Fringe. In quest’ultimo caso le speranze sono al lumicino ma, insieme ad House, sono in preparazione finali di stagione che potrebbero funzionare come conclusioni di serie, nel caso non fossero rinnovate. Reilly ha parlato anche di Glee e del famoso spin-off; ha inoltre dichiarato ufficialmente che la serie animata Allen Gregory è stata cancellata; ha parlato dei Simpson (“abbiamo ancora 3 stagioni e mezzo, dopo non ne ho idea“); ha accennato alle polemiche sulla pessima programmazione di Glee e New Girl, fermate dopo tre settimane dal debutto per il baseball con conseguente calo di ascolti (“nessuna difesa o scuse, era una dinamica di programmazione“); ha confermato che la nuova edizione di X Factor vedrà diversi cambiamenti e che il conduttore Steve Jones non tornerà; ha infine parlato del futuro di Ryan Seacrest, conduttore di American Idol (“vogliamo certamente tenerlo“).

    Di seguito alcune notizie sparse:

    Glee: “Non ci sarà alcun spin-off e i personaggi che sono all’ultimo anno di scuola si diplomeranno. Ryan Murphy e il gruppo hanno avuto una gran buona idea che, penso, ci darà modo di scavare in maniera interessante nella prossima stagione“. Nonostante ci siano pochi dubbi al riguardo, Reilly non ha voluto confermare il ritorno della serie musicale per una quarta stagione (“sono discussioni che non si sono ancora tenute“) ma ha detto che, del cast, Lea Michele tornerà certamente per il prossimo ciclo, mentre ha tergiversato su Chris Colfer.

    Dr. House: “È difficile immaginare il canale senza House, ma non c’è stato ancora il grande incontro“, ha detto Reilly in riferimento al meeting con i produttori sul destino della famosa serie medica. “Non è un segreto che si tratti di una scelta difficile, lo abbiamo detto a maggio che probabilmente sarebbe stata l’ultima stagione, ma ancora non abbiamo preso nessuna decisione. Se dovesse essere l’ultima stagione, non sarà una fine ingloriosa… ci sarà assolutamente un finale soddisfacente su FOX“.
    Sulla possibilità, già paventata in passato, di uno spin-off: “quel momento è arrivato ed è passato: Shore non ha mai trovato un’idea creativa che lo stimolasse“.

    Terra Nova: a fronte delle critiche per la scarsa qualità della serie, Reilly ha detto di non essere pentito di averla ordinata. “Ha dato prova di essere meritevole, dal momento che è il secondo nuovo show più visto della stagione“. Reilly ha inoltre sottolineato che il telefilm ha un’audience ben distinta, ha prodotto soldi sia per il network che per lo studio, per cui ci sono tutti i presupposti per continuarlo. Ma, creativamente, ha ammesso che la serie non è riuscita a trovare una propria identità e questa sarà la sfida per il nuovo ciclo, in caso di rinnovo.
    Dobbiamo decidere presto, perchè bisogna tornare in produzione già il prossimo mese.

    Fringe: “La serie è motivo di orgoglio per me“, ha esordito “condivido la passione dei fan per lo show. Amo il fatto che con esso, FOX ha riportato questo genere al network. Sono grato ai fan che lo seguono al venerdì e, con Fringe qui, abbiamo una vera serata del venerdì per la prima volta. Tuttavia, abbiamo perso un sacco di soldi con questo telefilm, Con gli ascolti di quella serata, è quasi impossibile per noi far soldi. E non siamo nel business per perdere denaro, quindi dobbiamo capire se c’è un modo per continuare con la serie. Ancora non ci siamo nemmeno seduti con i produttori della serie.” Queste le parole di Reilly.
    I produttori esecutivi Jeff Pinkner e J.H. Wyman — dal loro canto — hanno dichiarato a TV Line che sono consapevoli che le speranze sono minime e che stanno lavorando ad un finale di stagione che possa servire in maniera adeguata ad entrambi i scopi ma, in caso di cancellazione, sono pronti a portare avanti la serie anche in altre forme, quali graphic novel o webisode.

    Bones: durante la presentazione dello spin-off The Finder, il creatore Hart Hanson (che ha partecipato via Skype a causa di un incidente) si è detto fiducioso che i produttori e lo studio riusciranno a mettersi d’accordo con FOX per una stagione 8 della serie.
    Intanto per l’attuale settima, in pausa dopo l’episodio di questa settimana, Reilly ha precisato che per ora è programmata per 17 episodi complessivi (inclusi i 4 extra ordinati a settembre) ma che – se al ritorno di Emily Deschanel dalla maternità – riusciranno a farne 22, quello è il numero che ne produrranno.
    Intanto, i 4 episodi extra potrebbero andare in onda questa estate o nella prossima stagione.
    Mettere insieme Brennan e Booth e far avere loro un figlio“, ha detto Hanson, “ha rinvigorito la nostra serie. Abbiamo ancora buone storie.

    Kiefer Sutherland, Touch e il film di 24: Kiefer Sutherland era presente ai TCA per parlare di Touch, la nuova serie di Tim Kring che lo riporterà non solo in televisione, ma anche sul network che lo ha (ri)portato al successo nei panni di Jack Bauer della serie 24.
    L’attore ha detto che inizialmente non voleva fare questa nuova serie ma, dopo aver letto la sceneggiatura di Kring, si è convinto della bontà del progetto ed uno dei motivi principali è stata l’esplorazione del rapporto tra padre e figlio autistico. Ha continuato sottolineando che, forte della sua esperienza con 24 (e di quella di Kring con Heroes), i vari episodi della serie – pur essendo interconnessi – avranno una propria storia con un inizio ed una fine, e che il nuovo personaggio che interpreterà – Martin Bohm – è nettamente diverso da quello di Bauer (“l’esatto opposto“).
    Ed a proposito di Jack Bauer, l’attore è poi tornato sul chiacchierato film cinematografico che continuerà le vicende della serie, confermando l’inizio della produzione tra marzo e aprile e la presenza di Mary Lynn Rajskub (interprete di Chloe) nel cast. La storia inizierà poco dopo (circa sei mesi) la fine dell’ottava stagione della serie e sarà ambientata sempre nel corso di 24 ore, le quali verranno però concentrate nelle due ore (o poco più) della durata del film.

Alcatraz è la nuova serie di J.J Abrams (Alias, Lost, Fringe) che debutterà il prossimo 16 gennaio su FOX.
Nel 1963, oltre 300 persone, tra criminali e custodi, sono scomparsi dal carcere di Alcatraz. Quelle stesse persone riappaiono all’improvviso nel presente, senza essere invecchiati di un giorno, dando così inizio alle indagini della detective Rebecca Madsen (Sarah Jones, Sons of Anarchy) e del Dr. Diego “Doc” Soto (Jorge Garcia, Lost) che tenteranno di mettere insieme i pezzi dell’inspiegabile sequenza di eventi, contrastati dal misterioso agente governativo Emerson Hauser (Sam Neill, “Jurassic Park”).
Di seguito un nuovo promo e un video con la prima parte di un’intervista ad Abrams:


Fonti statunitensi delle notizie riportate: The Hollywood Reporter, Variety, Entertainment Weekly, Hollywood Entertainment Breaking News.
Per un calendario quotidiano degli episodi inediti dei telefilm in onda negli Stati Uniti nel corso della settimana ed una panoramica dei dati di ascolto dei telefilm più visti al momento visitate lo spazio periodico “TV USA Giorno per giorno” di questo blog. Per un aggiornamento sugli ascolti del giorno prima dei cinque principali network USA visitate invece il semi-quotidiano “TV USA Giorno per giorno Flash”. Per rumours e anticipazioni visitate lo spazio TV USA Spoilers.